Più in là del là - Alessandra Marconato

Più in là del là

Autore: Alessandra Marconato
Editore: 78EDIZIONI
Pagine: 54
Prezzo di copertina: 9,00 euro
ISBN: 9791280013088

“Fece i bagagli e tornò al suo posto, tra le labbra di altri. Sapendo il bene e il male che avrebbe potuto fare.”

Cos’è una visione? Si può vedere molto più in là di ciò che si vede? Oltre lo sguardo, oltre la nebbia, oltre l’orizzonte, oltre la siepe (avrebbe detto Leopardi) insomma più in là del là!

Cosa vuole dire scelta? scegliamo sempre di scegliere? O non scegliamo nulla? Scegliamo di guardare dalla parte sbagliata? O sbagliamo a scegliere perché scegliamo di non guardare?

Quanto alto vola la libertà gettando la sua ombra a terra da lontano per non macchiarsi? E nonostante tutti la vogliano afferrare, una volta vicina, la sua ombra grande può fare paura?

Responsabilità vuol dire per forza reggere un peso? Può la vita essere, facendo ciò che si deve, affrontata con maggiore leggerezza? Si può essere responsabilmente spensierati? Abusiamo ogni giorno delle parole ma ne conosciamo davvero l’importanza? Potrebbe l’assoluto silenzio, anche dei pensieri, farcene comprendere il reale potere? La meraviglia e il rischio di proferirla.

Cos’è l’intelligenza? È l’atto creativo? La mano che dipinge, che compone, che crea? È la mente che immagina? È unica o molteplice? È completezza fine a se stessa o il suo contrario nella ricerca di tutto ciò che potrebbe essere e non è ancora?

Troppe domande? (eccone un’altra, giuro smetto) Ma è lo spirito di questo breve e densissimo libricino, che forse non dà risposte ma, da sempre, quelle che contano sono le domande!

Ed è così che il lettore si troverà a perdersi e a districarsi tra i fili di sei racconti, tra personaggi reali e concetti antropomorfizzati, e lo farà in compagnia di Visione, Scelta, Libertà (e la sua ombra), Responsabilità, Parola e Intelligenza, si troverà così di fronte a numerose domande a cui potrà rispondere o non farlo, ma come scrive Raffaele Ciardulli in un’introduzione che un’introduzione non è, che parla al lettore e non dell’autore, “non potrà più fingere di non essersele poste”.

Sei storie dai tratti indefiniti, sei spunti a capire e a capirsi, scritte in uno stile onirico tra la favola e la formazione che è ormai, al suo terzo libro, il marchio di fabbrica di Alessandra Marconato. Da leggere.

ACQUISTA ORA PIU’ IN LA’ DEL LA’